Select Page

Tenryuzanji

Tempio Buddhista del Tesino

Trentino – Sudtirol

Dove si trova il Tempio

Il tempio è collegato a Cinte Tesino da una strada sterrata in località Val Molin nelle vicinanze del torrente GrignoIl tempio è collegato a Cinte Tesino da una strada sterrata in località Val Molin nelle vicinanze del torrente Grigno

Venerabile Seiun

Il Tempio Buddhista Tenryuzanji di Cinte Tesino (TN) è stato fondato dal Monaco Italiano Ven. Seiun con il proposito di creare una realtà con carattere peculiare di luogo di meditazione, studio, silenzio, raccoglimento e ascolto, dove poter far esperienza diretta di preghiera, meditazione e altre attività con finalità di una crescita interiore.
Il Tenryuzanji quindi propone diverse attività che vanno dalla meditazione, alla pratica delle arti marziali e per questo non può ridursi a semplice meta turistica

Meditazione e Preghiera

Nella disponibilità dell’accoglienza il monaco residente intende offrire ascolto alle esigenze di tutti coloro, buddhisti e non, che cercano dialogo e sostegno alle loro difficoltà e gioie quotidiane, al dolore e all’inquietudine interiore.

Ospitalitá e Ritiro

Secondo la tradizione buddhista il Tempio di Cinte Tesino offre secondo le proprie capacità attuali la possibilità di essere ospitati a coloro che desiderano trascorrere uno o più giorni di meditazione e preghiera, ma anche periodi più lunghi di ritiro.

Il Tempio Buddhista Tenryuzanji

Il Tesino si sviluppa nell’area meridionale delle Dolomiti, circondato dalla catena del Lagorai. Il versante nord che racchiude l’altopiano fa parte del Massiccio di Cima d’Asta: l’omonima montagna è raggiungibile da Pieve Tesino tramite la Val Malene. Da questi monti nasce il torrente Grigno, che scorrendo tra i comuni della conca, ha creato una profonda valle fino a Grigno, dove il torrente sfocia nel fiume Brenta.
Il lato sud della conca è delimitato dalle ultime montagne della sezione dolomitica, il Monte Mezza e il Monte Lefre: essi separano l’altopiano dalla valle sottostante, la Valsugana. Il lato orientale, invece, presenta massicci che separano il Tesino dalla provincia di Belluno e dalla Valle del Vanoi. Lungo questo fronte vi è il Celado, una vallata periferica.
I primi insediamenti dell’altopiano risalgono all’epoca romana. Transitava, infatti, per questi luoghi, la strada romana Claudia Augusta Altinate, un’importante via di comunicazione che collegava il porto sull’Adriatico di Altino con la città tedesca di Augusta. Resti della via sono presenti nei pressi di Castello Tesino.
Il Tempio mantiene lo stile tipico di un maso trentino che indica una costruzione rurale tradizionalmente utilizzata per attività agricole. Infatti, oltre a due immobili, la realtà templare comprende anche un terreno di circa 20.000 mq. e offre ai visitatori uno spazio per la meditazione, lo studio e la preghiera secondo la tradizione buddhista. Viene richiesta la partecipazione a tutti i momenti che scandiscono la quotidianità religiosa monastica.

Arrivare al Tempio

Per raggiungere il tempio è necessario passare per il paese di Cinte Tesino e imboccare  una strada sterrata in località Val Molin nelle vicinanze del torrente Grigno.

Pianifica il tuo viaggio con Google Map

Per un ulteriore aiuto, pianifica il tuo viaggio con gli strumenti di Google map

SITO IN COSTRUZIONE

Aiuta il nostro Tempio

IBAN
IT91 Y030 6934 4031 0000 0000 629
(Fuori dall’Italia): BCITITMMXXX

Insegnamenti sul Buddhismo online

Sono previsti degli incontri didattici sugli insegnamenti del Buddha, tenuti dal monaco Ven. Seiun, indirizzati a chiunque sia interessato alle verità del Dharma, per i mesi di Luglio ed Agosto. L’iscrizione da diritto a quattro sessioni online settimanali (quattro in Luglio e in seguito 4 in Agosto) via Zoom di 90 minuti ciascuna, dove si avrà l’occasione di avere un contatto diretto con il monaco, esperto nella filosofia e nella pratica del Buddha-Dharma. Oltre alla spiegazione del reverendo si avrà l’occasione di fare domande concrete inerenti al tema trattato direttamente al Ven.
Seiun se necessario.

Arti Marziali

L’obiettivo della scuola è di far vivere e tramandare lo spirito che ha sempre contraddistinto gli antichi guerrieri giapponesi.
Per questo motivo nei Sakushinkan rensei no dojo (centri di pratica) si continua l’antico addestramento, oggi da molti abbandonato a causa della particolare durezza che lo caratterizza venendo sostituito con moderni training per attività agonistiche.
L’addestramento Sakushinkan richiede una severa disciplina comportamentale, necessaria per ammaestrare il corpo e la mente.
Il Sakushinkan è un Sogo Bujutsu, ossia un metodo che comprende varie arti della guerra: a mani nude, come Jujutsu, Kempo e Taijutsu; armato, come Kenjutsu, Bojutsu, Yarijutsu, ecc

La nostra Scuola

Sakushinkan significa scuola che coltiva lo spirito degli antichi insegnamenti esperienziali dell’Oriente] ed è stata fondata dal monaco buddhista venerabile Seiun. La filosofia Sakushinkan è in linea con l’Amatsu Tatara – antichi e segreti saperi per la formazione onnicomprensiva dell’individuo, affinchè divenga “Maestro delle Vie” – e con i fondamenti dello Shugendo. La struttura della scuola si suddivide in tre settori, denominati “sfere”, MARZIALE, PSICO-FISICA (secondo il metodo Onmyodo) e SPIRITUALE.
Grazie al suo stretto legame con i principi dello Shugendo, il Sakushinkan trova la sua forza autentica nella montagna, attraverso addestramenti basati sulla marcia, sulla meditazione, su esercizi fisici che compongono il programma